Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

mercoledì 2 luglio 2014

POLITICA - Pronte le nomine, ecco come cambia (ancora) la Giunta di Taranto


Altro giro altra corsa per la Giunta Stefàno, con la nomina di nuovi assessori e l'avvicendamento di altri. Vediamo cosa cambia nel dettaglio: la delicata delega all'Urbanistica passa da Cosa all'arch. Cosima Semeraro, mentre il primo prende in carico Sport e Politiche Giovanili, prima in quota a Scasciamacchia. Quest'ultimo passa alle Attività Produttive che erano di Zaccheo, il quale mantiene Turismo e Spettacolo, ai quali si aggiungono ora Pubblica Istruzione, Università, Cultura e Beni Culturali: una carretta di deleghe importantissime per Taranto, ma che il sindaco evidentemente continua a ritenere accorpabili come fossero secondarie. Restano al loro posto il vice Lonoce e Baio all'Ambiente, dato che così bene sta facendo contro i veleni della città.... Il valzer politico-istituzionale vede poi l'uscita di scena di Massimiliano Stellato e Lucia Viafora in favore di
Vincenzo Di Gregorio e Simona Rosaria Semeraro. Il primo con deleghe a Patrimonio, Edilizia Residenziale Pubblica, Ricerca e Sviluppo di forme di mobilità urbana alternative e Politiche Comunitarie, la seconda ai Servizi Sociali, escluse politiche per la famiglia. Quali le logiche di cambi tanto schizofrenici? Zaccheo è da sempre in Confcommercio e si è reso protagonista di diversi eventi per rianimare il Borgo e il commercio stesso e, sebbene sia mancato nella promozione del territorio, non si spiega il fatto di avergli sottratto una delega che aveva quanto meno un senso come quella delle Attività Produttive, in ragione di una alla Cultura che invece proprio non ce l'ha. e i progetti di Urbanistica sui quali stava lavorando Cosa che fine faranno? dov'è la continuità politica in tutto questo? il sindaco è ostaggio di se stesso, dei partiti, delle associazioni di categoria, o dei dirigenti di settore che da sempre a Taranto fanno il bello e il cattivo tempo? Della delega specifica alla Città Vecchia, infine, non c'è più traccia, ma tanto questa non è mai stata una priorità, come invece ritiene la città. In sintesi la redistribuzione degli incarichi:
Assessore Lucio Lonoce- Vicesindaco – Lavori Pubblici;
Assessore Vincenzo Baio – Ambiente-Salute- Qualità della Vita- Tutela dei Diritti degli Animali-
Assessore Cisberto Zaccheo- Pubblica Istruzione, Università- Cultura. Beni Culturali- Turismo, Spettacolo;
Assessore Francesco Cosa-Sport- Politiche Giovanili- Associazionismo- Marketing Territoriale- Attuazione del Programma;
Assessore Gionatan Scasciamacchia- Attività Economiche e Produttive.

Nessun commento:

Posta un commento