Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

martedì 22 luglio 2014

MADE IN TARANTO - L'opera del tarantino Delli Santi nell'Accademia dell'Arcadia


Anche l’opera di un giovane scrittore tarantino è conservata nell’archivio dell’Accademia dell’Arcadia. Si tratta del saggio “Tommaso Niccolò D’Aquino – Poeta et pastor” di Cosimo Dellisanti, giornalista e dottore in Lettere e Culture del Territorio, già autore del thriller “Dragon Town”, sua opera prima, pubblicato dalla casa editrice romana Ensemble. L’opera è tratta dalla tesi di laurea di Dellisanti dedicata proprio a Tommaso Niccolò D’Aquino, uno dei maggiori poeti nati a Taranto e personaggio importantissimo per la storia della città (di cui è stato anche sindaco), autore delle “Delicie Tarentine” e dell’ecloga “Galesus Piscator Benacus Pastor”, nonché di altre opere attualmente perdute. Lo stesso D’Aquino è stato membro dell’Accademia dell’Arcadia dai primi anni del 1700 fino alla sua morte, nel 1721. Ricordiamo che l’Accademia dell’Arcadia fu fondata nel 1690 a Roma da poeti intenti a recuperare la poesia come vettore di valori, facendo riferimento alla grande Poesia di Virgilio e degli altri autori classici, contro il decadimento mondano della cultura dell’epoca. La continua confusione tra
Tommaso Niccolò D’Aquino, che dà il nome a una delle principali vie di Taranto, e San Tommaso D’Aquino, insieme alla volontà di recuperare ciò che di meglio ha il territorio natio, ha spinto Dellisanti a pubblicare – senza versare contributo all’editore – la propria tesi, avente come tema proprio un’analisi dell’ecloga “Galesus Piscator”. Dopo una prima recensione, a firma del dottor Tommaso Portacci pubblicata sulla rivista letteraria “Patria Letteratura”, l’Accademia dell’Arcadia ha chiesto all’autore una copia in digitale della tesi, da conservare nell’archivio dell’Accademia, a corredo dei componimenti studiati. Scrive il dottor Portacci: “Cosimo Dellisanti non ha proposto l’ennesima traduzione dell’opera, come è stato già fatto in passato, ma ha scelto di riproporre la traduzione del maestro Paratore, riservandosi però riflessioni e considerazioni che hanno colto il valore della poesia, ossia, come lui stesso esordisce, che l’Arte, lo dice prima, lo dice meglio”. Sull’autore: Cosimo Dellisanti ha 24 anni e, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere e Culture del territorio, si è iscritto a Bari alla specialistica in Filologia Moderna. Oltre ad aver pubblicato le opere “Dragon Town” e “Tommaso Niccolò D’Aquino – Poeta et pastor”, è giornalista pubblicista dal 2012; attualmente collabora con la redazione giornalistica del settimanale “Volta la Carta”. È socio fondatore dell’Archeoclub Taranto Onlus e promotore di molte iniziative per il rilancio della città di Taranto, in cui è ambientato “Dragon Town”. È fautore del NO-EAP – No all’Editoria A Pagamento.

Nessun commento:

Posta un commento