Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

venerdì 19 luglio 2013

SVILUPPO - Riappropriazione degli spazi pubblici e spirito comunitario, oggi la giornata dei Liberi e Pensanti al parco Archeologico delle mura greche

Il Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, dopo la grande iniziativa del 1° Maggio, intende costruire con i residenti del quartiere un percorso partecipato per far rinascere il Parco Archeologico delle Mura Greche e restituirlo alla cittadinanza. Per questo invitiamo tutti ad essere presenti all’assemblea pubblica che si terra VENERDI' 19 LUGLIO, a partire dalle ore 18.30, presso la zona alberata del condominio di Via F. Rosselli (Torri Rosa) e a partecipare all’intera giornata, durante la quale, sino alle ore 24, ci saranno laboratori, aree giochi per bambini, videoproiezioni, musica e tanto altro! Il Parco Archeologico delle Mura Greche.. quale futuro per quest’area pubblica? L’area del Parco Archeologico del quartiere Solito Corvisea si è sviluppata negli anni ’80 grazie alla nascita di cooperative che offrivano a giovani famiglie una casa a prezzi accessibili. Le prime famiglie si trasferirono nel quartiere senza che esso fosse dotato di nessun tipo di servizi, solo un’area di campagna, più o meno abbandonata.
I residenti decisero allora di diventare i protagonisti attivi della crescita e trasformazione del loro quartiere che negli anni a venire fu dotato dei servizi necessari a far si che potesse diventare una delle aree più vivibili della città, pur conservando l’aspetto verde e periurbano. Molti abitanti, per lo più genitori con figli piccoli o adolescenti, sul finire degli anni ’80 s’impegnarono in prima persona per creare spazi verdi e campetti semi-pubblici, auto-costruiti e auto-finanziati, dove far crescere e giocare i propri figli. Oggi quasi tutti gli spazi pubblici della città sono diventati privati e recintati e la logica dell’individualismo ha preso il sopravvento sull’idea di comunità. In questo quadro solo il parco, grazie al suo vincolo archeologico, è rimasto uno spazio aperto e pubblico, ma dopo lo scempio dei progetti inaugurati e mai portati a termine negli anni del dissesto economico di Taranto, oggi l’area versa nuovamente in condizioni di degrado e abbandono, e nonostante le numerose richieste fatte, l’attuale Amministrazione Comunale non intende adoperarsi neanche per ripristinare le condizioni minime di vivibilitàCome arrivare? Indicazioni da Viale Magna Grecia in direzione Ponte Punta Penna: Girare nella via immediatamente prima della Concattedrale (via Blandamura), proseguire dritto sino al parcheggio situato a ridosso di via Lacaita (clicca QUI per la mappa).  IO NON DELEGO, IO PARTECIPO!

Nessun commento:

Posta un commento