Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

venerdì 7 giugno 2013

SVILUPPO - Aree demaniali, finalmente un po' di chiarezza da Marina e Comune

Finalmente un po' di chiarezza sulle aree demaniali in dismissione. L'amianto c'è, ma la MM fa sapere che sta già provvedendo, a sue spese, all'aggiudicazione dell'appalto per la sua rimozione. L'ass. all'Urbanistica e Area Vasta, Cosa, da noi sollecitato sui termini dell'accordo fra Comune e Marina, ci fa invece sapere che per acquisire definitivamente le aree basterà presentare uno 'studio fattibilità tecnico, economico/finanziario con possibili modelli di gestione dei siti dismessi'. Ciò significa che per scongiurare la restituzione delle aree, sarà sufficiente comunicare al Demanio, entro il termine previsto di fine giugno, le intenzioni di utilizzo delle aree e le spese previste per il recupero funzionale e la gestione. Per i progetti definitivi ci sarà più tempo e per questo la raccolta di idee proposta alla città dall'amministrazione potrebbe avere davvero un senso. Resta l'ultimo nodo, quello non da poco, relativo al reperimento dei fondi. Probabilmente il Comune proverà a intercettare altri fondi dal Governo, oltre a ricorrere allo strumento del project financing coi privati. 
QUI, su InchiostroVerde, trovi il comunicato emanato da Maridipart Taranto riguardo all'iter per la rimozione dell'amianto da due edifici dell'area in acquisizione degli ex Baraccamenti Cattolica, fra via Crispi e via Di Palma.

Nessun commento:

Posta un commento