Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

venerdì 10 maggio 2013

EVENTI - Parte domani la decima edizione di FotoArte, promosso dal circolo "Il Castello"


Sette città, quattordici mostre fotografiche, sei seminari, quattro workshop. Questi i numeri della decima edizione di FotoArte, che da quest’anno cambia volto, passando da “La fotografia in città” a “La fotografia in Puglia”. Il circolo fotografico “Il Castello”, infatti, promotore dell’evento, ha deciso di allargare la partecipazione ad altri sei circoli pugliesi: “Controluce” di Statte, “Cantierimmagine” di Brindisi, “Fotofucina” di Salice Salentino, “Photosintesi” di Casarano, “Puntidivista” di Manduria e “Officine Fotografiche” di Gioia del Colle. Lo scopo è quello di creare un network tra tutte queste realtà per offrire una manifestazione culturale più variegata e rendere la Puglia un punto di riferimento per i fotoamatori del Sud Italia. La rassegna è patrocinata dalla Fiaf – Federazione Italiana Associazioni Fotografiche –, dalla Regione Puglia e dalle Province di Taranto, Brindisi e Lecce. Inoltre, sostengono la manifestazione i Comuni di Taranto, Brindisi, Gioia del Colle, Manduria, Sava, Salice Salentino, Casarano e Statte. Un fitto calendario di eventi avrà luogo dal mese di
maggio fino al 4 agosto, per un’estate all’insegna della fotografia in Puglia. Si comincia sabato 11 maggio con la mostra di Roberta Trani, “Liberté!”, che racconta i giorni dell’emergenza alla tendopoli di Manduria. All’inaugurazione sarà presente anche il giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno, Fulvio Colucci, che ha scritto le didascalie delle immagini, pubblicate su un libro fotografico. Dal 25 maggio, invece, partirà l’evento trainante della manifestazione: la mostra fotografica del fotoreporter Francesco Zizola, “Uno sguardo inadeguato”, che sarà visitabile nella prestigiosa sede del MuDi – Museo Diocesano di Taranto – fino 9 giugno. L’esposizione comprende 40 immagini inedite a colori scattate dall’autore nei suoi ultimi 15 anni di carriera in 22 Paesi del mondo. Zizola terrà un seminario alla chiusura della mostra, il 9 giugno, dal titolo “La foto di reportage”. Nelle stesse giornate, il MuDi ospiterà anche l’esposizione sull’India “Nakusha (nata contro il desiderio)” di Kash Gabriele Torsello, che sarà presente all’inaugurazione della mostra, il 25 maggio. Le altre mostre fotografiche in programma sono quella di Daniela Sidari a Statte, “Quadri_cromie d’Architettura”; quella di Salvatore Valente a Manduria, “La vita è un viaggio e viaggiare è vivere due volte”; quella di Mario Scarlino a Taranto, “Taranto in 3D”, quella di Carlos Solito a Gioia del Colle, “EVA, into the eyes”, e le mostre fotografiche collettive dei circoli. Molto ricco anche il programma dei seminari: oltre a quello di Zizola a Taranto, si terranno quello di Carlos Solito sull’approccio fotografico a Gioia del Colle, quello del fotografo naturalista Cosmo Mario Andriani a Manduria, quello di Paola Ghirotti a Taranto sullo tsunami che ha colpito il Giappone nel 2011, quello dell’avvocato Emilio Graziuso a Brindisi sul copyright, l’incontro d’autore con Pio Tarantini a Salice Salentino e il seminario di Claudio Marra e Michele Buonanni, direttore di “Reflex”, a Casarano. Infine, i workshop: “Fotografia Sociale” di Giulio Di Meo, autore del libro “Pig iron – il ferro dei porci”, che racconta la vita nei territori del Brasile in cui la multinazionale Vale raccoglie il ferro destinato all’Ilva di Taranto; “Rappresentare la città: spazi e forme dell’urbano/industriale” di Daniela Sidari; il “Fotoviaggio” di Cosmo Mario Andriani, e “Fotografia e Progetto: percorsi d’autore dall'editing alla stampa" di Segio De Riccardis e Lorenzo Papadia. Come ogni anno, non mancherà l’appuntamento con la lettura portfolio: a valutare le foto dei partecipanti saranno Giancarlo Torresani, direttore del Dipartimento Didattica FIAF; Albano Sgarbi, critico fotografico; e Daniela Sidari, docente del Dipartimento Didattica. Inoltre, verrà riproposta la formula del Reflex Bar, che si svolgerà presso la corte del MuDi. Un programma molto vasto, dunque, quello di FotoArte 2013, che si pone l’obiettivo di rendere la fotografia culturalmente disponibile a un pubblico sempre più ampio e di rendere la Puglia meta di un turismo fotografico mosso dalla qualità e dallo spessore della manifestazione. Per informazioni su luoghi, date e orari dei singoli eventi, è possibile consultare il sito http://www.fotoartepuglia.it/

Nessun commento:

Posta un commento