Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

lunedì 18 febbraio 2013

SVILUPPO - Piste ciclabili e aree di sosta attrezzate diventano obbligatorie in tutta la Puglia


La Regione Puglia ha emanato una circolare (la trovi QUI) per enti e istituzioni per illustrare i nuovi compiti in materia di pianificazione, progettazione e realizzazione della ciclabilità, a seguito dell'entrata in vigore della legge regionale n.1/2013 "Interventi per favorire lo sviluppo della mobilità ciclistica". Alla Regione il compito di stilare un Piano che includa le dorsali ciclabili nazionali (rete BicItalia) e transeuropee (EuroVelo); a Provincie e Comuni il compito di dotarsi di piani di settore all'interno degli strumenti di pianificazione urbanistico-territoriali, che contemplino piste ciclabili, servizi e spazi comuni attrezzati per agevolare la mobilità su due ruote. Tutte le nuove strade e quelle interessate da manutenzioni straordinarie dovranno essere ciclabili, inclusi sottopassi e rotatorie, pena la revoca dei finanziamenti regionali. Cosa sta facendo il Comune di Taranto per adeguarsi alla nuova legge? ha varato la proposta progettuale "Linee Veloci" che prevede un circuito riservato a bus e biciclette che va dal parcheggio di scambio in costruzione a Cimino, fino al Borgo e ritorno, sfruttando, su tutte, via Principe Amedeo e via
Generale Messina da escludere al traffico veicolare (QUI il nostro post coi particolari della proposta). Piano ancora in vigore, ma che in realtà sarebbe già stato bocciato dai commercianti delle due vie interessate, a causa della riduzione dei parcheggi. A dicembre è stata invece approvata la realizzazione di una pista sullo spartitraffico centrale di viale Magna Grecia (QUI trovi il dettaglio del progetto), di cui è stato emesso bando per il I lotto che va da viale Virgilio a via Veneto. Pista che interesserà l'intera arteria cittadina, ed alla quale sarà però necessario collegare le direttrici per il centro città. Tramontata l'ipotesi via Gen. Messina e via Principe Amedeo, l'amministrazione pare ora orientata a ricavare il tragitto in via Plateja, con fondi ricavati dal finanziamento per il parcheggio di testata di Cimino. Il quadrilatero ciclabile potrà perciò essere costituito da viale Magna Grecia-via Plateja-Lungomare-viale Virgilio. Di certo, ad ora, c'è il bando per il I lotto su viale Magna Grecia, per il resto si dovrà ancora attendere e vigilare sul rispetto della nuova legge regionale riguardo agli interventi sulle nuove strade e sulle manutenzioni di quelle esistenti.

Nessun commento:

Posta un commento