Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

domenica 30 dicembre 2012

SVILUPPO - Piste ciclabili in città, si parte da viale Magna Grecia

La simulazione della pista tratta dal
progetto di Michele D'Anna.
Saranno state le tante biciclette ormai in giro per le strade della nostra città, sarà stata l'improcrastinabile e prepotente domanda di vivibilità, fatto sta che l'amministrazione comunale di Taranto ha finalmente approvato un progetto per la realizzazione di una nuova pista ciclabile. Il percorso sarà ricavato al centro dello spartitraffico di viale Magna Grecia e sarà suddiviso per lotti. Il primo, quello che partirà presumibilmente a fine primavera prossima, riguarderà il tratto che va da viale Virgilio, fino all'incrocio con via Veneto, per una lunghezza di 796 metri ed un costo di 1 milione di euro di fondi comunali. In realtà con costi minori si sarebbe riusciti a fare molto di più sin da subito, ma nel computo delle spese, per la verità davvero eccessive, pare abbiano inciso il rifacimento dei marciapiedi divelti dalle radici, i cordoli per gli arbusti, le fondamenta per la pista, la realizzazione del nuovo impianto di illuminazione ed anche il rifacimento dell'asfalto sul tratto di strada interessato (QUI tutti i documenti relativi all'appalto proposto dal dirigente ai Lavori Pubblici, ing. Moccia e coordinati dal responsabile del procedimento, geom. Ghionna). Ancora poca roba, certo, ma senza dubbio una buona notizia. I nostri lettori più assidui ricorderanno che da tempo portiamo avanti il progetto "Tarantociclabile" redatto da Michele D'Anna di Cicloamici (lo trovi QUI), tanto che, in accordo con l'autore, lo rappresentammo qualche mese fa alla Giunta che lo ha sposato. Il progetto che proponemmo è ben più articolato e prevede la realizzazione di un quadrilatero ciclabile (anche integrato su strada) fra viale Virgilio, viale Magna Grecia, via Magnaghi, via Garibaldi e lungomare. Il fine è quello di creare una rete di mobilità sostenibile che abbracci l'intera città, perciò ci auguriamo che si siano previsti progetti e fondi per non lasciare isolata l'opera che verrà presto avviata. Nelle intenzioni dell'amministrazione pare ci sia anche l'idea di ripristinare la pista che porta da viale Virgilio a San Vito, attualmente in condizioni di totale abbandono e fatiscenza. Si è invece arenato sulle resistenze dei commercianti, il progetto per le linee veloci di collegamento fra il costruendo parcheggio di scambio di Cimino e il borgo (vedi QUI). Motivo del contendere l'eliminazione dei posti auto che avrebbero consentito di creare un'asse a percorrenza veloce per bus e biciclette in via Generale Messina e via Principe Amedeo. I posti auto da eliminare sarebbero stati un migliaio e le compensazioni proposte dai progettisti non hanno convinto le categorie merceologiche, che hanno così vinto il braccio di ferro col Comune. Il progetto potrebbe essere presto riproposto su via Plateja, sfruttando i fondi comunitari stanziati per i parcheggi di testata di Cimino e Croce. La pista di viale Magna Grecia si aggancerebbe così a quella di viale Virgilio-viale Jonio da una parte e a quella prospettata su via Plateja, direzione Borgo, dall'altra.
Clicca QUI per scaricare la delibera di Giunta che ha approvato la realizzazione della pista ciclabile e i documenti a supporto.

Nessun commento:

Posta un commento