Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

mercoledì 26 dicembre 2012

MADE IN TARANTO - La banda Nirkiop, dal web al cinema passando dalla televisione


I Nirkiop col nostro G. Romano.
Il lato migliore di Taranto, quello che amiamo raccontare, comprende anche i ragazzi dei Nirkiop. Si tratta di un gruppo di amici che, un po’ per gioco, un po’ per passione, è riuscito a portare sul web tutta l’energia che gravita nel mondo degli studenti. I loro video su youtube sono divertentissimi e spopolano sui social, ogni loro corto raccoglie centinaia di migliaia di visite e altrettanta partecipazione, tanto da indurli ad andare oltre alla sfera della scuola, per ironizzare sul calcio e sui luoghi comuni. La loro pagina facebook conta quasi 66.000 fan, il canale youtube 110.000 iscritti, l’equivalente di una città di medie proporzioni e la serie da cui iniziò l'avventura, Facce da Scuola è entrata da qualche settimana niente meno che nel palinsesto del canale satellitare La3 che la trasmette a puntate. Il nome Nirkiop deriva dall’unione di tre sillabe pescate dai nomi di Nicola, Mirko e Piero, i pionieri che si lanciarono per primi in quest’idea. Ora sono in sette: Nicola Conversa, Gabriele Boscaino, Anna e Piero Madaro, Madaro, Mirko Mastrocinque, Fabrizia Nobile e Davide Scialpi, tutti di età compresa fra i 18 e i 22 anni. Dal cliccatissimo Facce da Scuola al super successo di Esami di Stato 2010, il sogno nel cassetto è quello di riuscire a vivere di questo loro talento e, video dopo video, qualcuno in effetti li ha notati, era quasi inevitabile. Oltre ad essere stati citati dal Tg2 come uno dei fenomeni di youtube, sono stati scritturati, per la prima volta, in una produzione non self-made! Da fine ottobre infatti sono impegnati nelle riprese di un lungometraggio dal titolo La Matricola, al quale partecipano anche i comici del Mudù Uccio De Santis e Umberto Sardella, oltre alla iena Jacopo Morini. Uscita prevista a gennaio. Domenica scorsa li abbiamo incontrati per caso, proprio durante le riprese in costume d’epoca nel convento di San Francesco, sull’Isola e li abbiamo avvicinati. Evidentemente abituati ad essere ormai riconosciuti, non hanno mostrato alcuna ‘aria da arrivato’ tipica di una nostra certa provincialità. Una foto tutti insieme e qualche domanda a Piero per conoscerli meglio.
D. Piero, domanda di rito: come vi siete conosciuti e com’è nato il progetto Nirkiop?
R. Conoscevo Nicola da più o meno 4 anni prima di iniziare questa "carriera" insieme, e anche Per Gabriele è la stessa cosa, gli altri sono venuti dopo che abbiamo iniziato con i video!!

Il progetto è nato per gioco, tra di noi si rideva tantissimo e allora decidemmo di far ridere quelle poche persone che potevano e volevano vederci sul tubo!
D. State i girando il vostro primo film, La3 trasmette Facce da Scuola, è un momento magico, come lo state vivendo?
R. teniamo i piedi per terra, ci hanno insegnato ad essere umili e così faremo sempre. L'importante non è quello che si fa ma COME lo si fa
D. I Nirkiop hanno avuto anche partecipazioni in altre web series molto seguite sul web, sembra il mondo perfetto, altro che televisione…
R. è un mondo dove possiamo decidere cosa guardare perché tra ragazzi si è stabilito da se una specie di palinsesto ricchissimo, fatto da serie genuine a bassissimo costo che diciamocelo, fanno un po' le scarpe alla vecchia tv dei reality e dei telefilm fatti male. È una specie di ribellione fatta da ragazzi capaci di dimostrare di essere talentuosi!
D. Come nascono i vostri skatch?
R. Nascono dalla vita di tutti i giorni, ci riuniamo e ci raccontiamo cosa ci è successo nella giornata, esasperiamo un po' e il gioco è fatto!
D. Il vostro è un progetto fresco e spensierato, ma come rete pro-Taranto, una domanda sulla nostra città dobbiamo proprio farvela: quanto c’è di Taranto nelle vostre realizzazioni?
R. bella domanda, taranto ci ha formato, abbiamo e stiamo dando tanto per questa città, non per i video ma per il semplice fatto di essere abitanti di questa magnifica e dimenticata città! Stimiamo e siamo con tutti i ragazzi della nostra città perché sappiamo cosa significa essere giovani e quanto è difficile realizzarsi. Il nostro sogno è quello di poter aiutare tutti i giovani talenti che abbiamo e speriamo di farcela!
D. Un’ultima curiosità... la tua è una barba voluta o un’esigenza di scena, visto che ti tocca spesso la parte del prof?!!
R. È volutissima! Amo la mia barba e senza non potrei vivere!

Nessun commento:

Posta un commento