Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

domenica 23 dicembre 2012

IL PUNTO - MArTà chiuso a gennaio per lavori, ma a che punto siamo?


Il MArTà.
Il nostro museo resterà chiuso dal 12 gennaio al 22 febbraio prossimi per consentire il completamento dell'allestimento del I piano. Ripresi la scorsa primavera dopo più di quattro anni di interruzione, vediamo a che punto sono i lavori e quali quelli che avranno luogo a brevissimo. Nel cortile dell’ala Ceschi (l’ampliamento su via Pitagora), terminato il rifacimento delle facciate, sono ora in corso interventi volti ad eliminare i fastidiosi fenomeni di infiltrazione verificatisi nei locali sottostanti, che ospitano impianti tecnici e depositi. Al primo piano il cantiere è attualmente orientato al restauro delle due cellette superstiti dell’ex convento degli Alcantarini, da adibire a suggestivi spazi espositivi. Ancora interdette al passaggio dei visitatori le sale in affaccio su via Cavour e Corso Umberto I, nell’attesa che riprenda l’opera di allestimento. La scelta della chiusura per circa quaranta giorni del polo museale è stata dolorosa, ma indispensabile per consentire il proseguo dei lavori in sicurezza. Ricordiamo che sono previsti interventi di manutenzione, nonché di miglioramento degli apparati comunicativi, anche lungo il percorso attualmente fruibile, che sarà inoltre completato con l’esposizione di nuovi reperti, fra i quali preziosi frammenti decorati ad affresco nella sala che ospita i mosaici rinvenuti in piazza Maria Immacolata. Dal primo marzo il museo potrà nuovamente essere visitato con l'attuale percorso, sebbene i lavori proseguiranno fino all'estate. Purtroppo ancora nessuna certezza invece sul finanziamento del III lotto dei lavori, quelli che interesseranno il II piano dell'edificio, dove verranno collocati i reperti più antichi, in ossequio al percorso cronologico scelto per il MArTà, che va dal II piano al piano terra. Non verranno perciò ancora mostrati al pubblico tesori della portata dell'Atleta di Taranto o dello Zeus di Ugento, in attesa che dal Ministero per i Beni Culturali si risolva il mistero dei fondi impantanati (vedi QUI lo straordinario documentario sull'Atleta di Taranto prodotto da History Channel e realizzato dalla BBC, andato in onda su La7 3 anni fa). Discorso a parte merita un altro museo cittadino, si tratta di Palazzo Pantaleo in città vecchia, dove è stata allestita nei locali al secondo piano la collezione etnografica Majorano. L’edificio è al centro di una situazione a dir poco paradossale: pur essendo stato inaugurato lo scorso mese di febbraio è rimasto desolatamente chiuso a causa di problemi  di agibilità (leggi QUI). Ricordiamo che il settecentesco palazzo è oggetto di un ambizioso progetto, che lo destina a sede di un innovativo allestimento multimediale, nelle sale al primo piano.
In collaborazione con gli amici di Archeologia Taranto

Nessun commento:

Posta un commento