Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

martedì 19 giugno 2012

CULTURA – Morto Nicola Caputo, lo storico narratore dei riti della Settimana Santa tarantina


Nicola Caputo durante le celebrazioni
per la nomina a Priore Emerito del
Carmine nella foto di R. Ingenito.

Taranto piange il giornalista e scrittore Nicola Caputo, infaticabile storico e divulgatore della secolare storia dei settecenteschi riti della Settimana Santa tarantina. E’ per merito della sua opera di ricerca e pubblicazione che abbiamo potuto recuperare la memoria di una delle tradizioni più antiche della nostra comunità, patrimonio indelebile per le generazioni presenti e future. Il volume L’Anima Incappucciata del 1978, giunta nel 2010 alla sua terza edizione, è una vera e propria pietra miliare nella tradizione popolare locale, autentica antologia della storia dei Misteri tarantini di cui è sapiente guida. Indimenticabile la passione con la quale, agli inizi degli anni ’60, riuscì a recuperare l’attenzione della cittadinanza attorno ai riti di origine spagnola che all’epoca rasentarono pericolosamente il dimenticatoio, stretti nella morsa della crisi economica della città. Ebbe il merito di scrivere quotidianamente lettere al Corriere del Giorno per continuare a stimolare la curiosità dei tarantini, affinché non lasciassero morire la celebrazione che oggi Taranto vanta a livello mondiale e che sono radice della città. Uomo di grande garbo e umanità, nel settembre del 2011 fu nominato Priore Emerito della Confraternita del Carmine, che da ieri gli rende omaggio con l’esposizione del suo gonfalone all’esterno dell’omonima chiesa, massima manifestazione di lutto della congrega, in genere esposto unicamente per le celebrazioni del Venerdì Santo. La sua eredità più grande, tuttavia, non è la sua opera, legata anche alle tradizioni locali natalizie, ma la passione e l’amore che lo legarono indissolubilmente alla Città dei Due mari. Un’eredità che è esempio da far nostro e coccolare con la cura che si deve alle cose più preziose. Le esequie del comm. Caputo si terranno questo pomeriggio alle 17 presso la chiesa del Carmine.

Nessun commento:

Posta un commento