Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

mercoledì 21 marzo 2012

PORTO – Piastra logistica e nuovo “waterfront”, lavori imminenti

Il progetto del nuovo molo San Cataldo.
La realizzazione dei lavori che interesseranno il porto di Taranto sembra essere vicinissima, a iniziare dalla piastra logistica, comprendente Distripark e Agrimed, piattaforme per la lavorazione e trasformazione delle merci prima del loro trasferimento a destinazione. La posa della prima pietra potrebbe avvenire già a inizio aprile, come confermato dal presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici Karrer, intervenuto al convegno organizzato da Comune e Autorità Portuale dal titolo “Taranto città di mare: dal porto la riqualificazione del waterfront”. Oltre agli organizzatori, rappresentati dal vice-sindaco Cataldino e dal presidente dell’Authority Prete,  anche il vice-presidente della Provincia Carrieri ed il coordinatore dei Programmi Innovativi del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Giacobone. Quest’ultimo si è soffermato sul ruolo nazionale di Taranto quale cerniera per il traffico delle merci nel Mediterraneo da attuare con l’ausilio dello scalo aeroportuale di Grottaglie, attualmente inserito “in un contesto di aviosuperfici di II livello”. In dirittura d’arrivo anche le procedure burocratiche che consentiranno la realizzazione del nuovo centro polivalente sul molo San Cataldo. Esso comprenderà gli uffici dell’Autorità portuale, quelli della Camera di Commercio, una sala convegni e spazi da adibire a mostre pubbliche (vedi QUI tutte le foto del progetto vincitore del bando). A disegnare l’opera destinata a rappresentare la porta della città dal mare è stata la T-studio, rappresentata all'incontro dal progettista Matteo Di Venosa. Il molo San Cataldo non costituirà solo la zona del porto più visibile dalla città, trovandosi di fronte all’Isola, ma anche un attracco per traghetti, così come previsto dal Piano Triennale del porto ionico (leggine QUI gli aspetti salienti). I lavori tuttavia hanno sulla loro strada un ostacolo dovuto al silenzio della Tct, cui spetta l’adeguamento del molo polisettoriale ad esso in gestione, opera propedeutica al dragaggio dei fondali. Un impegno promesso (leggi QUI) ma ancora a rischio. Oggi pomeriggio intanto si terrà in Camera di Commercio un nuovo incontro del Tavolo per la Mobilità per continuare il giro di consultazioni voluto dal pres. Sportelli per fare il punto sul sistema trasportistico tarantino. Fino ad ora tutti gli incontri avutisi, fra i quali quello coi sindaci delle provincie di Taranto, Matera e Cosenza, hanno registrato l’unanimità di vedute sull’intermodalità fra strade, ferrovie, porto e aeroporto tarantini per favorire la circolazione di merci e passeggeri nell’arco ionico.  Nei giorni scorsi il pres. Sportelli ha espresso soddisfazione riguardo all’impegno dell’Autorità portuale per portare il traffico passeggeri a Taranto, operazione che potrà senz’altro dare impulso alla richiesta di apertura di Grottaglie ai voli civili. 
Usa i link presenti per i tuoi approfondimenti e per far sentire la tua voce con i nostri amministratori: a partecipare c'è più gusto, a guadagnarci è la tua città!

Nessun commento:

Posta un commento