Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

lunedì 16 gennaio 2012

AEROPORTO - Arlotta boicottato? arriva l'esposto contro Aeroporti di Puglia

I motori di AdP Minervini e Di Paola.
La notizia è di quelle che fa rumore perché, diciamola tutta, capita raramente di assistere ad azioni forti da parte di politici locali per ripristinare il peso di quella che è la seconda città della Puglia, la nostra. Il Movimento Taranto C’è dell’avv. Albisinni ha presentato un esposto presso la Procura della Repubblica di Taranto per verificare eventuali inadempimenti della società Aeroporti di Puglia SpA nella sua azione di gestione dell’aeroporto di Taranto-Grottaglie. Il fascicolo, presentato nei saloni del Nautilus insieme all'avv. Raffo e al pres. del Gal colline Ioniche Prota, è corposo e vi sono riferimenti ai mai utilizzati finanziamenti comunitari e nazionali per avviare i voli civili da Taranto per Roma e Milano (circa 5 milioni di euro poi dirottati su altri scali) e quelli ingenti (98 mln) per lavori di adeguamento dell’Arlotta e per far partire l’attività cargo mai predisposta. Roba pesante, come dicevamo, che può assumere rilevanza penale qualora si accertassero responsabilità da parte della società partecipata quasi interamente dalla Regione Puglia e che ha come secondo azionista la Camera di Commercio di Taranto (la quale evidentemente mette soldi a perdere). La Magistratura farà il suo corso e probabilmente è meglio così, dato che la politica tarantina si perde fra mille compromessi, spesso svantaggiosi. Di certo qualcosa di anomalo dovrà esserci se capita, come denunciato dal Movimento Aeroporto Taranto, che un aereo impossibilitato ad atterrare a Bari è stato mandato niente meno che a Palermo, quasi non si volesse far sapere a nessuno che esiste un altro scalo efficiente come il nostro. Tornando alla notizia dell’esposto è d’obbligo fare qualche considerazione a supporto. L’avv. Albisinni, col suo movimento, è candidato ufficialmente alle amministrative tarantine del prossimo giugno e nel recente passato è stato assessore provinciale alle Attività Produttive e consigliere del pres. Florido. Suo l’interessamento per far arrivare a Taranto il vettore Air Italy nel periodo antecedente alle elezioni di Grottaglie del 2011 e di cui poi non si è saputo nulla (leggi QUI). Qualcuno sussurra che stia correndo per conto suo proprio per liberarsi dalle briglie delle politiche provinciali, ma certo è più che legittimo avere riserve sul fatto che non si tratti di un’operazione elettorale anche stavolta. Qualcosa di buono però c’è e va tenuta in conto: che si tratta di un’azione concreta e non della solita promessa e, soprattutto, che sono finalmente i tarantini a dettare l’agenda politica degli aspiranti amministratori. Per tutto il resto c’è un solo modo per tenersi al riparo dalle bufale, restare informati sui fatti e sui volti... Per approfondire e vedere la conferenza con la quale si è annunciato l'esposto clicca QUI.


Nessun commento:

Posta un commento