Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

sabato 24 settembre 2011

AEROPORTO – Conto alla rovescia per i voli Taranto-Medjugorje e presto si decollerà per Lourdes e Parigi

L'Aeroporto di Taranto-Grottaglie
Meno un mese. Tanto manca al ritorno dei voli civili all’aeroporto di Taranto-Grottaglie. Si comincerà con quattro charter con destinazione Medjugorje, cittadina nota in tutto il mondo per le apparizioni della Madonna, che promettono di essere solo l’inizio di un percorso di emancipazione dall’egemonia barese di Aeroporti di Puglia. L’organizzazione è curata dall’associazione Tarantovola, da tempo in prima fila per riportare a nuova vita il bistrattato Marcello Arlotta e con esso l’importante volano di sviluppo economico che può costituire per il nostro territorio. Non si tratta solo di voli, ma di veri e propri pacchetti confezionati in collaborazione col tour operator riminese Libra Viaggi, comprendenti il viaggio di andata e ritorno in aereo, la navetta di collegamento fra aeroporto di arrivo e Medjugorie ed un soggiorno di 3 giorni in hotel. Le date previste sono 24/27 ottobre, 27/30 ottobre e 30 ottobre/3 novembre. I pacchetti sono prenotabili presso la Libra Viaggi o direttamente presso l’organizzazione (per info clicca QUI) ed è notizia di questi giorni che due di essi hanno già registrato il tutto esaurito. Decisamente un ottimo segnale che conferma la voglia di volare dei tarantini e rafforza i dati che la stessa Aeroporti di Puglia ha potuto rilevare stimando in 900.000 i passeggeri che lo scalo jonico potrebbe movimentare ogni anno. Un bacino di utenza di tutto rispetto che si gioverebbe della vicinanza con Basilicata e Calabria, senza lo spauracchio delle sovrapposizioni agitato da Bari e Brindisi. Timori che però non portano solo i nostri vicini a gridare “mamma li tarantini”, ma che portano a veri e propri boicottaggi, quali riferire alle compagnìe aeree interessate all’Arlotta che si tratta di uno scalo indecente, o che vi si operano solo voli cargo (mentre verità vuole che non sia attrezzato per i cargo, quanto proprio per i voli civili), fino alle ultime voci fatte circolare riguardo al presunto annullamento dei confermatissimi voli per Medjugorje. E’ evidente che in questo, come in altri campi, gli interessi in gioco siano tanti e che spesso lo sono a nostro danno, nel silenzio complice delle istituzioni locali. Perciò, in questa democrazia che rappresenta meglio i potenti che i cittadini, per iniziare a cambiare le cose serve che la società civile inizi a fare da sé pretendendo il futuro che desidera, ed è quanto sta finalmente avvenendo. Lo sguardo dunque è già oltre a Medjugorje, con i prossimi voli per Lourdes e Parigi, aspettando quelli di linea.

Nessun commento:

Posta un commento