Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

venerdì 15 aprile 2011

AEROPORTO - Air Italy si fa avanti per il volo Taranto-Roma

Un boeing della flotta Air Italy
La compagnìa Air Italy ha manifestato alla Provincia di Taranto il suo interesse a coprire la tratta Taranto-Roma. A darne notizia è stato questo pomeriggio il presidente Florido, al quale il vettore ha già indicato i dettagli del progetto: il volo sarebbe giornaliero e partirebbe da Taranto-Grottaglie alle 7,50 per arrivare a Roma-Fiumicino alle 9. Il ritorno alle 18,35 con arrivo all'Arlotta esattamente un'ora dopo. Dunque un'ipotesi che è molto più di una speranza, con orari in grado di soddisfare pienamente l'utenza ionica non solo tarantina ed una compagnìa tra le più in crescita del panorama nazionale. Allo scopo di approfondire l'argomento, Florido ha convocato per mercoledì 27 aprile alle 9 a Palazzo del Governo i sindaci di Taranto Stefàno e quello di Grottaglie Bagnardi. In un'intervista su Studio 100 il presidente della Provincia ha fatto presenti i rischi imprenditoriali dell'operazione, dichiarando che il collegamento giornaliero costerà alla Air Italy circa 15.000€ e che perciò, per ottenere un prezzo a biglietto che non superi i 100€, occorreranno  fra i 70 e gli 80 passeggeri a volo, a fronte di un traffico stimato di 40/50. Se le previsioni sono corrette occorrerà pertanto - ha detto sempre Florido - reperire i fondi per appianare le perdite. Una lettura che, a nostro parere, non tiene conto di due importanti fattori: il primo è che il bacino di utenza comprenderà anche Basilicata, nord Calabria e sud della Campania; il secondo - e forse più importante - è che andrebbero pretesi, ora più che mai, dalla Regione i milioni di euro previsti dal bando annunciato, e mai tenuto a battesimo, per i collegamenti di Grottaglie con Roma e Milano. Cioè gli stessi fondi regionali che consentono a compagnìe come la Ryanair di volare su Bari e Brindisi a prezzi modici restando sempre in attivo. Clicca QUI per saperne di più sulla Air Italy e QUI per vedere il servizio del TG3 Puglia con l'intervento del pres. Florido. QUI invece puoi firmare anche tu la petizione per la riattivazione dei voli civili all'Arlotta.

4 commenti:

ViviTaranto ha detto...

Un ringraziamento a Livio Scapparone per averci informato praticamente in tempo reale della bella notizia...nella speranza che presto diventi bellissima!

Anonimo ha detto...

Dovere (e piacere) mio:DD...una cosa importante però va detta. Nella tanto sperata ipotesi di vedere i voli civili a Grottaglie, teniamo bene a mente che a parte i contributi ricevuti dalle Compagnie aeree dalle soc. che gestiscono gli scali, la cosa fondamentale è che l'Arlotta andrà "alimentato" in termini di passeggeri dai tour operators, agenzie viaggi che inizino a pubblicizzare e dirottare i passeggeri su Grottaglie invece che sugli altri scali, turisti che vanno nel versante Castellaneta M. e aree limitrofe che devono usare L'Arlotta (charters) e così via...quindi parlo del post apertura, altrimenti si darà motivo (meglio : alibi) poi di chiuderlo! Meditiamo su questo!
L. Scapparone

crispiano ha detto...

Ciao,

io sono un agenti di viaggi, ti posso solo dire che sto già diffondendo la notizia e se la cosa va in porto, spingerò sempre su Taranto.


10 anni fa, quando c'era la guerra in Kosovo, sono atterrati a Taranto 51.693 passeggeri.

ViviTaranto ha detto...

Ciao,
diversi villaggi turistici, fra cui i nostri Gabbiano e Valentino ed altri della Basilicata hanno premuto, anche di recente, sugli amministratori locali e regionali per far atterrare dei charter a Grottaglie, e nel 2007 ci sono anche riusciti. Stessa cosa è accaduta pochissimi mesi fa con una compagnìa romana di pellegrinaggi che voleva usare Grottaglie invece, purtroppo, fu invitata dalla solita Aeroporti di Puglia a usare Brindisi. Per questo sono convinto gli addetti ai lavori faranno la loro parte, come confermato da Crispiano. Comunque sono sempre d'accordo sul fatto che il territorio debba sempre fare la sua parte.

Posta un commento