Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

domenica 6 febbraio 2011

SVILUPPO - Governo confuso sulle Zone Franche Urbane

In principio sarebbero dovute essere le "Zone Franche Urbane", ossia  aree economicamente depresse individuate in 22 città (fra cui Taranto), in cui creare una fiscalità di vantaggio per favorire l'imprenditorialità. Ora il Governo si appresta a cancellare le ZFU, sancite nell'ottobre dello scorso anno, e a sostituirle con le Zone a Burocrazia Zero con la riforma degli incentivi alle imprese che dovrebbe essere approvata entro febbraio. Ma la risposta del Ministro dello Sviluppo Economico Romani ad un'interrogazione parlamentare di venerdì scorso non chiarisce né come, né quando partirà questo nuovo strumento. Di certo l'incentivazione risulterà di gran lunga annacquata rispetto a quanto previsto dalle Zone Franche Urbane che prevedevano agevolazioni su Ici, Irap e contributi ai dipendenti. Non se ne conoscono ancora i criteri, ma il nuovo istituto prevederà solo contributi concessi dai sindaci per le nuove attività. Le aree di Taranto in cui erano previste le zone a fiscalità agevolata erano Città vecchia, Tamburi-Croce e Paolo VI. Erano già stati stanziati dal Cipe 100mln di €, poi la retromarcia poco prima del varo.

Nessun commento:

Posta un commento