Iscriviti ai Feed Aggiungimi su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Google+ Segui il Canale Youtube L’APP di Targato TA

venerdì 7 gennaio 2011

CULTURA - In 3.000 alla Cripta del Redentore

Affresco nella Cripta
3.000 i visitatori per l'eccezionale apertura del sito archeologico di via Terni nei giorni a cavallo delle feste natalizie. Una grande affluenza che ha suggerito il protrarsi al 6 gennaio della dell'iniziativa. Taranto risponde al grido di allarme lanciato da Piero Massafra, editore e da sempre difensore del sito, e raccolto dal Rotary Club Taranto Magna Grecia, e "spinge" per il recupero e l'apertura della sua Cripta del Redentore, il monumento cristiano più antico del suo territorio. L'iniziativa, sostenuta dall'amm.ne comunale - proprietaria del sito - e dalla Sopr. ai Beni archeologi, ha avuto il supporto tecnico degli archeologici della coop. PoliSviluppo, aderenti a ViviTaranto, che hanno curato le visite guidate. Antica tomba di età greco-romana, la Cripta fu trasformata in chiesa in epoca cristiana ed è collegata ad un pozzo d'acqua sorgiva presso il quale si sarebbe fermato l'apostolo Pietro per somministrare il battesimo. Ancora visibili gli affreschi di epoca bizantina per un sito testimone di storia e culture. Clicca QUI per approfondire e QUI per scrivere all'ass. ai Beni Archeologici del comune di Taranto.

Nessun commento:

Posta un commento